giovedì 25 gennaio 2007

WIND, 05 Febbraio: SCIOPERO NAZIONALE

Il coordinamento nazionale delle Rsu del gruppo Wind e le segreterie nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, 'per contrastare la cessione del call center di Milano Sesto San Giovanni, primo atto di una possibile riduzione generale dell'occupazione in tutto il gruppo; per contrastare la nuova strategia industriale di Wind incentrata esclusivamente sulla creazione di valore per l'azienda e non sulla crescita e l'innovazione tecnologica; per migliorare la qualità dei servizi offerti agli utenti di Wind hanno indetto per l'intera giornata del 5 febbraio prossimo lo sciopero per l'intero gruppo con contemporanea manifestazione nazionale a Roma'. Il coordinamento nazionale Rsu e le segreterie nazionali 'si sono riservate di indire insieme alle strutture territoriali ulteriori giornate di sciopero a livello nazionale e locale per i mesi di febbraio e marzo. L'azienda infatti, dopo aver fatto registrare nel 2006 una crescita economica rilevante, raggiungendo anche il milione di clienti diretti nella telefonia fissa, ha comunicato la cessione del call center di Sesto San Giovanni (Milano) che occupa 275 persone, prevalentemente donne e giovani padri e madri di famiglia'. La contrarietà dei sindacati e dei lavoratori di tutto il gruppo 'è quindi la più totale, in nome non solo della salvaguardia dei livelli occupazionali in essere ma anche di una difesa della qualità dei servizi offerti agli utenti, che non potrà non risentirne in peggio'.

25/01/2007 9.43.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

Ad essere onesto, nonostante il tentativo di coinvolgimento che vedo in giro, noto una preoccupante indifferenza di molta parte dell'azienda e dei vari colleghi.. anche a Milano (l'altro lato della medaglia) e non so se è perché non hanno capito, se non sanno come stanno le cose, se non gliene frega niente o se pensano solo a guardare nel loro orticello, senza intuire che quando arriva uno Ztunami come questo, non ci sono posti sicuri per nessuno.. e lo dimostrano proprio gli Area Manager che fino a ieri rappresentavano l'azienda e oggi sono i primi ad essere stati scaricati.. mi spiace doverlo ammettere, ma temo che questo sciopero potrebbe rivelarsi un flop molto pericoloso..
Un saluto dall'inc@22ato Pax

Anonimo ha detto...

Non ti buttare giù. Resta con noi a Roma saremo tutti 275...GRinta ragazzi!

Anonimo ha detto...

Ciao raga.
Sono state sulle statistiche pubbliche del sito, fatte da Shiny Stat.
Il 25.01.07 alle 13:48:37 e' entrato nel sito questo contatto: Cepu public subnet Italia, Explorer 6.x, Windows XP.
Raga, anche Del Piero è con Noi!!!
Po, po po po po pooooo pooooooo.

Anonimo ha detto...

Ma è vero che ci sarà un trasferimento di massa e chiuderanno la sede di Sesto?

Anonimo ha detto...

si ci sara' un trasferimento di massa tumorale che hai nel cervello......

syd ha detto...

cari colleghi di Milano, vi aspettiamo qui a Roma per una grande manifestazione!!! se avete bisogno di qualunque cosa, compresa l'ospitalità fatevi sentire, vi aspettiamo qui per lottare insieme. Ora basta!

Anonimo ha detto...

i sindacati ci proteggono... non sapevano nulla in anteprima... i sindacalisti che hanno avuto fretta di andarsene con i 3 anni alla fine di dicembre hanno avuto solo fortuna... un pò come quelli che fanno le battaglie per il full time per passare full time da soli in cambio del silenzio sugli altri part time....

Anonimo ha detto...

Ciao.
Sono un collega di Lorenteggio. E' vero che qui c'è un livello di demenza molto elevato per cui in tanti si credono (begli intelligentoni!!!) di essere al sicuro e solo perchè pensano di non essere coinvolti (ancora...) se ne strafottono anche di quei colleghi che fino a ieri, magari, erano seduti accanto a loro ed ora vengono "esternalizzati"...
Ho sentito che a Sesto stanno organizzando dei pullman per scendere a Roma e io voglio, pretendo... un posto avanti a tutto (soffro un po' il mal d'auto...)!! E spero di non essere l'unica eccezione di questa sede milanese...
Per il resto, i "signori sindacati" quand'è che organizzando qualche striscione anche per Lorenteggio e cominciano a fare quello per cui SONO PAGATI OGNI MESE da tutti gli iscritti??!!!!.
A volte in queste torri grigie sembra davvero di stare in un'altra azienda... ma forse è vero...già ci hanno venduto ma non ancora tutti lo sanno (come me...).
Tutti a Roma, tutti quelli che oltre allo stipendio credono anche nella solidarietà e nella...prevenzione!!

Bluspy ha detto...

Palermo ...........ma che c.............. fate ? ci siete, Non crediate che non sappiamo che alcuni di Voi sono andati "a baciare la mano" ai politici di turno per salvarvi il....

Vi date una smossa .

Serenella .... invece di andare sempre in bicicletta dal Conservatorio all'università ..fatti vedere anche in azienda . (chi vuol capire capisca !!! )

Anonimo ha detto...

ciao a tutti,
stamane a Pozzuoli c'è stata la prima riunione sindacale e vi posso assicurare che l'adesione massiccia ha fatto capire quanto una situazione di precarietà unisca tutti noi dipendenti. Una riunione di un'ora è mezza ci ha fatto capire una sola cosa: IL 5 FEBBRAIO SAREMO TUTTI QUANTI A ROMA per i ns. colleghi di Milano ma anche per noi!! Lory S.

Anonimo ha detto...

ciao a tutti,
stamane a Pozzuoli c'è stata la prima riunione sindacale e vi posso assicurare che l'adesione massiccia ha fatto capire quanto una situazione di precarietà unisca tutti noi dipendenti. Una riunione di un'ora è mezza ci ha fatto capire una sola cosa: IL 5 FEBBRAIO SAREMO TUTTI QUANTI A ROMA per i ns. colleghi di Milano ma anche per noi!! Lory S.

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi,
siamo due colleghe di Sesto...
Grazie Roma, grazie Napoli, contiamo di vederVi numerosi a Roma il 5 Febbraio.
Tutti uniti per un'unica voce!

Barbara e Valeria.

syd ha detto...

Ci saremo!!!
Sperando che non ci precettino...

Anonimo ha detto...

RAGAZZI ANCHE IVREA C'E'. forse non tutti verranno a Roma ma a lavoro NON CI VIENE NESSUNO.SIAMO CON VOI TUTTI!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Secondo me non si tratta di indifferenza da parte di altri colleghi .. anche di Milano ma di ESORCIZZAZIONE !!! Nessuno vuole credere che potrebbe accadere anche al proprio gruppo ..!!! Comunque è importante che ognuno si faccia un bell'esame di coscienza prima di sentenziare sui comportamenti altrui ... non è il caso di creare inutili guerre tra poveri ... così si fa soltanto il gioco del padrone !!!

Anonimo ha detto...

All amico/a che parla di "esorcizzazione".....: guarda che il gioco del padrone lo fanno PRINCIPALMENTE quelli che non tolgono la testa dal computer neanche se viene un terremoto (che se li pigliasse tutti!!). Io lotto e combatto sempre se c'è un diritto calpestato ma non ho mai mancato di rispetto a chi la PENSA diversamente da me. Mai! Ce l'ho solo con chi NON PENSA...quelli mi stanno troppo sulla "parte alta del logo Wind"... Adesso è ora anche di smetterla con gli stereotipi del "collega" intoccabile nel nome di una fantomatica unione a tutti i costi: immagina di essere in una trincea mentre il nemico ti punta contro tutte le arimi che ha; cosa diresti al tuo compagno se questo si sdraiasse comodamente affianco a te a fumarsi una sigaretta? Saresti davvero così "liberale" nel pensiero o come minimo gli tiresti via la sigaretta da bocca? Se qualcuno ancora non lo ha capito, questa E' UNA GUERRA, solo che il nemico è subdolo, il nemico non è solo chi ti va contro ma è anche chi resta in silenzio a curare il suo piccolo interesse da pagnottista.

aguila_2000 ha detto...

La situazione sta andando verso un punto pericoloso e di non ritorno e per contrastarla occorre "prepararsi" a soluzioni drastiche . Consiglierei a tutti di prendere in esame la possibilita' di INCATENARSI E FARE LO SCIPERO DELLA FAME in PUNTI VISIBILI AL PUBBLICO .
L'opinione pubblica e sensibile a cio'che desta scalpore e fa notizia ed e' sensibile solo se vede la protesta di chi crede fermamente in cio' che fa .
Quello che sta accadendo ora in Italia e' comparabile a cio'che accadeva nel 68' solo che ora e' ancora meno compresibile ed immotivato ed e' per questo che se allepoca si facevano proteste forti ed unite formate dai lavoratori e dagli studenti di tutte le categorie , oggi a maggior ragione occorre pacificamente attirare il piu possibile l'attenzione e la partecipazione dell'opinione pubblica per poter dare una risposta forte a chi opera nel settore dell'impresa e anche a chi sta in parlamento affinche si appresti a rimediare per errori commessi .

MUCHO GUAPA ha detto...

Ragazzi, così vi voglio: massicci ed inca@@ati!!! Grazie e a tutte le persone che dimostrano solidarietà alla nostra situazione! Io rivoglio la mia "isola felice", cioè il mio lavoro CHE MI PIACE (anche se qualcuno penserà che sono pazza), e la sicurezza di un futuro certo davanti a me. Mi accontento di fare l'operatrice di customer care (l'operaia della new economy). Non m'interessa fare cariera, ma solo avere delle certezze nella vita. Il lavoro non è solo un dovere, ma un diritto.

BESOS MUCHO GUAPA

Anonimo ha detto...

"Buonasera,
La presente per comunicare che lunedì 5 febbraio non saremo in grado assicurare l' attivita' in oggetto sulla coda telefonica Frodi Consumer e Frodi Corporate .
A disposizione per chiarimenti in merito
Buon lavoro"


Avanti così, ragazzi!