giovedì 16 agosto 2007

Vaffanculo!




Profonda delusione. Vivere e lavorare in questo paese è una fatica immane, si rischierebbe di meno andare a rubare, si guadagnerebbe di più e si sarebbe addirittura più tutelati dalla legge.
Sono deluso, profondamente deluso.
Sono deluso perchè io non ci arrivo a capire una infinità di faccende, nonostante i professori a scuola abbiano sempre notato un'intelligenza almeno nella norma.
La classe politica, a tutto tondo, decide delle pensioni (fino a ieri note sotto il nome di TFR) che prenderemo giusto dopo essere appena invecchiati mentre percepisce stipendi da nababbi e pensioni dopo pochi mesi di sonno in palazzi meravigliosi. Lasciamo stare gli extra in puttane e cocaina, che non ci sarebbe nulla di male in tutto ciò, se non fosse che il costo dei loro vizi ce lo troviamo decurtato dalla nostra precaria busta paga.
Siccome vorremmo andarci anche noi ogni tanto, bhè, vaffanculo.
Sono deluso perchè vedo che in altri paesi il politico sporco ha la decenza di affrontare, ad un certo punto, le proprie responsabilità. In Italia no. In Italia sono i magistrati che sbagliano, che congiurano. Vanno rispettati invero se non sbattono in galera un omicida, fornedo la possibilità di ricommettere lo stesso errore: in questo caso vanno rispettati.
Allora, i politici inadeguati via dal governo e si sforzino nelle sedi opportune di riacquistare un poco di dignità che hanno perso da troppo tempo che in democrazia questa possibilità ce l'hanno, gli assassini in galera subito che lo sappiamo da tempo chi sono e chi sarà la prossima vittima.
Siccome penso che quest'ordine naturale è lontano da vedere la luce, bhèèè, vaffanculo.
Sono deluso perchè prendiamo uno stipendio da fame da una vita, e tutto aumenta, e se ci danno il mutuo cinquantanni tasso fisso tanto tra tre anni ti fotto la casa perchè il mercato crolla e tu che sei precario o non sei precario non lo puoi pagare, bhèèèèèèèèèèèè, vaffanculo.
Sono profondamente deluso perchè non riesco a vedere oltre la delusione.
Sono deluso perchè se esiste la fuga dei cervelli, noi che restiamo. Evidentemente noi che restiamo ci meritiamo ciò che abbiamo.
La legge Biagi. E' come dire "non sono daccordo con Berlusconi": non vuol dire che sono Comunista! E' proprio vero che i cervelli fuggono. La legge Biagi e pacchetto Treu non vanno bene. E' lampante. Condanno l'uccisione di Biagi, non è il mondo in cui voglio vivere. Ma la legge Biagi e pacchetto Treu non vanno un cazzo bene, è sotto gli occhi di tutti i cervelli che fuggono. Sono deluso. Bhè se la volete capire voi che ascoltate e leggete, bene, altrimenti, bhèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè, vaffanculo!
Eppure ci vedo il futuro, lo spero e sono convinto che sarà migliore di quello che abbiamo passato.
Lo deve essere perchè devo mettere su casa, fare una famiglia, crescere dei figli.
E poi ci sono gli uomini che amano gli uomini e le donne che amano le donne ed anche loro devono fare tutto quello che devo fare io.
E ci sono coloro che i figli se li devono ordinare in vitro ed ai religiosi non va bene, ma cosa ve ne frega dico io?
Devo, dobbiamo vivere e vivere al meglio e nessuno può sindacare e limitare ciò, fosse un ottuso politico, un acuto banchiere.
Ecco perchè pratico il vaffanculo. Perchè è liberatorio e motivante ed auto trainante autogeno o come si dice. Dopo ogni seduta di vaffanculo io mi sento meglio.
Wind sponsorizza la Roma con milioni di euro? Bhè, vaffanculo.
Wind sponsorizza i music awards? Bhè vaffanculo.
Wind pubblica un giornale interno che topolino in confronto è pornografia?Va--ffa---nccuuuulo, ncuuuuulo, ncuuuuuuuulooooooo!.
E non sono parole mie, sono parole di Aldo, quello di AldoGiovannieGiacomo, testimonial di Wind.
Noi ci saremo l'otto settembre, al V-day organizzato da Beppe Grillo.
Ogni cittadino Italiano dovrebbe esserci.
Perchè vaffanculo non è una bandiera, non è una nazione, non è una musica, non è una religione.
E' solo il modo in cui, ciascuno di noi, tira avanti sopravvivendo.



59 commenti:

GIO ha detto...

vaffanculo!!!...mi sento già meglio..

dr.galvan ha detto...

FANCULO!!!

subcomandante ha detto...

ma andassero affanculo!!!!

patacarro ha detto...

sembra la canzone del grande marco masini....

barbie ha detto...

cavoli ma che pessimismo....la vita e' cosi' bella!!!
poi troppe parolacce, cerchiamo di moderarci.
sempre a vedere il bicchiere mezzo vuoto, cerchiamo invece di guardare anche ai lampioni accesi.
dai dai dai!!!

marco ha detto...

Andate a Rubare! a estorcere, a truffare. L'Italia è una repubblica democratica basata sulla truffa, il furto e l'estorsione se volete lavorare cambiate paese, se non vi piace prenderlo in BEEEEEp basta fare due passi fuori dal confine! Però ATTENZIONE! fate finta di essere Rom sarete accettati meglio cercheranno anche di integrarvi con il manganello per fare un Romanganello. W l' Italia W L'Europa W il VAFFANCULO!!! buone Vacanze ciaooo

sliders ha detto...

sarò in prima fila al vaffanculo day di Grillo....

palindromo ha detto...

ue raga ma dell'ipotesi d'accordo di aumento del contratto non ne parla nessuno ?
a me sembra scandaloso l'aumento di 3 euro inferiore a quella di due anni fa.....da 97 euro a 94.....tutto aumenta e qua ci accordiamo per una cifra inferiore.
Spero che tutti non approvino e votino contro questa presa per il culo!!!! Lottiamo!!!!

katia ha detto...

effettivamente hai ragione palindromo....
sara'una mia sensazione ma mi sembra che dall'esternalizzazione in poi i sindacati latitano.
forse no hanno piu' tessere da raccattare?
bye

valentina ha detto...

l'ipotesi d'accordo sul rinnovo del biennio è stata siglata a fine luglio. Ovviamente le assemblee non sono state indette ad agosto, mese con il 30% di assenze per ferie. Saranno indette per settembre, mese che ci verrà impegnati anche nella discussione del protocollo sul welfare del 23 di luglio 2007.
Vorrei segnalare un articolo di Antonio Sciotto, vecchio di qualche mese.
Lo riporto di seguito.
Valentina

Anche i francesi esternalizzano. Molti posti delocalizzati in Africa
(Sintesi dallo speciale di Le Monde Economie - 26 giugno 2007)

L’allarme è arrivato anche nei call center francesi: le imprese vogliono esternalizzare - nella stessa Francia o all’estero - per tagliare i costi. L’annuncio più pesante quello dell’operatore Sfr, che ha deciso di cedere i suoi centri di risposta di Lione, Poitiers e Tolosa - con relativi 1900 operatori - alle imprese di outsourcing Teleperformance (presente tra l’altro anche in Italia) e Avato Services. Il destino dei lavoratori è descritto nell’inserto Economie del quotidiano francese Le Monde, pubblicato il 26 giugno.

L’obiettivo, come detto, è quello del risparmio: il sindacato calcola infatti che mentre l’operatore di un call center interno alle aziende costa 60 euro l’ora, quello esternalizzato in Francia viene a costare dai 25 ai 27 euro, dunque meno della metà. Mentre all’interno delle imprese si devono infatti applicare i contratti collettivi del settore di riferimento (ad esempio i bancari per i call center delle banche), il contratto applicato all’outsourcing ha trattamenti inferiori e un sistema delle pause che offre meno garanzie ai lavoratori.

Se poi si va all’estero - in particolare nei paesi del Nord Africa, francofoni - il risparmio è ancora maggiore: nel Maghreb si calcola un costo orario addirittura tra i 15 e i 16 all’ora. Eloquente, a questo punto, diventa quanto riferiva la stessa Teleperformance in una dichiarazione di qualche mese fa, quando presentava l’accordo di stabilizzazione - abbastanza positivo - raggiunto alla controllata In&Out di Taranto: con il sistema del contratto a progetto, il costo medio orario in Italia è diventato negli ultimi anni di 14 euro. Mentre fino agli anni 2005-2006 alcune amministrazioni pubbliche italiane bandivano appalti con costi del lavoro sui 10 euro orari.

Tornando alla Francia, la corsa al risparmio è ovviamente stimolata dalle stesse aziende che richiedono servizi di call center, le quali sollecitano ribassi dei costi tra il 30% e il 40%. Da qui un veloce abbassamento dell’intero mercato, che dunque si spinge verso l’esternalizzazione. Nel 2003 il settore contava 200 mila operatori di cui 7 mila all’estero; oggi siamo già a 250 mila operatori: 190 mila lavorano all’interno delle imprese per cui offrono servizi, altri 60 mila sono in outsourcing, 25 mila dei quali all’estero (in gran parte Marocco e Tunisia, ma si fanno spazio anche Algeria, Senegal, isole Mauritius e, in Europa, la Romania).

Secondo le previsioni dell’Associazione francese dei call center, quest’anno si creeranno 10 mila nuovi posti di lavoro (la metà dei quali in Francia), ma avrà un grande sviluppo soprattutto l’estero: in pochi anni i posti raddoppieranno da 25 mila a 50 mila.

Interessante, nello speciale di Le Monde, anche l’articolo dedicato a “Info Emploi”, il servizio di risposta del ministero del lavoro che, dal 1999, è stato affidato ai privati. Ricorda molto il caso italiano, con gli attuali addetti del call center dei ministeri di Solidarietà sociale e Lavoro che dopo anni di precariato all’interno del ministero, in parte - circa una quindicina - hanno perso il posto (sotto la gestione Maroni) mentre i “sopravvissuti” ai tagli sono finiti esternalizzati a una società che applica il contratto dei metalmeccanici, la Gepin spa (pur continuando a lavorare in esclusiva per i suddetti ministeri).

Infine, è da segnalare una corrispondenza dal Messico, dove il gruppo automobilistico e dell’acciaio Tata, padrone anche di call center, ha impiantato 300 postazioni, e un totale di 5 mila nell’intero Sud America. Il quartier generale è a Guadalajara, situata in una regione ricca di piccole e medie imprese, che richiedono questi servizi, ma soprattutto vicina agli Stati Uniti (sia come fuso orario che logisticamente), perciò utile per servire anche le aziende nordamericane. Ma leader nel mercato messicano è ancora una volta la francese Teleperformance, che nel paese del centro America ha già 6 mila postazioni: a Monterrey, proprio sotto il confine con il Texas.

26 giugno 2007

Antonio Sciotto

stormwind ha detto...

simpatico questo Antonio Sciotto,
ci ha tirato su il morale....
comunque l'esternalizzazione e' una pratica ormai nota e applicata in tutto il mondo.
Ma noi ci crediamo e con i nostri bravissimi e determinatissimi avvocati sicuramente vinceremo!!!!
inoltre i sindacati (soprattutto adesso che c'e' la sinistra al governo) riusciranno a far modificare la legge 30 cosi' almeno per i nostri figli il futuro sara'sicuramente a tempo indeterminato e non esternalizzato.
viva la sinistra! viva i sindacati vicini ai lavoratori!

torquemada ha detto...

A proposito di Antonio Sciotto, riporto anche io uno stralcio di un suo articolo sulle catastrofiche responsabilita' dei sindacati nel mercato del lavoro:

L'articolo del giornalista, Antonio Sciotto, squarcia il velo di omertà anche sulle responsabilità sindacali determinate dagli accordi a perdere
che i soliti noti si ostinano a sottoscrivere.
"E' emblematico che nonostante la situazione che subiscono i lavoratori delle società del Gruppo COS, cgil cisl uil ugl sult in Alitalia continuino a
sostenere (...o a tacere!) l'imminente uscita del call center AZ dalla Compagnia sapendo che Alicos, società de Gruppo COS, rileverà le attività
e ... forse i lavoratori!

DA cgil cisl uil ugl sult NON UNA PAROLA CHIARA, UNA INIZIATIVA E UN
INTERVENTO CONTRO L'USCITA DI TALE SERVIZIO DALLA COMPAGNIA E PER IL SUO MANTENIMENTO IN ALITALIA.

DA cgil cisl uil ugl sult NON UNA PRESA DI POSIZIONE NETTA A SOSTEGNO
DELLA STABILIZZAZIONE DEL LAVORO IN ALITALIA E A FAVORE DELL'ADOZIONE DI UN
CRITERIO CERTO E TRASPARENTE PER LA TRASFORMAZIONE NELLA COMPAGNIA DEI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO IN CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO.

Di fatto un avallo esplicito che quei sindacati (?chi prima chi dopo!)
stanno inviando all'azienda per procedere allo smembramento della Compagnia e al trasferimento in AZ Servizi di quasi tutte le attività di terra(call-center, informatica, amministrativi...prima di ogni altra!): un primo
passo verso la loro definitiva liquidazione e cessione a terzi.

Altro che garanzie! Altro che GRUPPO Alitalia!

Altro certezza del rinnovo dei contratti per i precari!

AUGURI A TUTTI QUELLI CHE HANNO DATO IN MANO A QUESTA GENTAGLIA DEI SINDACATI IL PROPRIO FUTURO LAVORATIVO.........

valentina ha detto...

segnalo il sito dei lavoratori esternalizzati di H3G.
H3G ha esternalizzato i lavoratori del Network dando in affitto la rete mobile a ENSI, società costituita ad Hoc di proprietà di Erikson.
Inoltre,in questi ultimi mesi, la stampa nazionale riporta la notizia che Wind e 3 abbiano deciso di far confluire le due reti mobili in una NewCo
da mettere all'asta. Entro fine anno?
In un articolo dell'11 agosto apparso su Finanza e Mercati è riportato che anche Mediaset sarebbe interessata a tale acquisizione.
Il cerchio si chiude?

Valentina

http://h3bibbo.altervista.org/ e ne riporto un breve stralcio.


"Stavolta siamo davvero incazzati

Siamo in 760 ad essere stati esternalizzati dal 1 aprile 2005 con commessa per 5 anni ad Ericsson nei panni della sua mini azienda spazzatura ENSI, con il colpevole beneplacito dei tre sindacati nazionali di categoria (SLC, FISTEL, UILCOM)

La triade aveva fatto di tutto per firmare il protocollo d'intesa, andando contro il parere di tutte le RSU presenti e firmandolo solo con i nazionali.

Subito dopo la preoccupazione maggiore della triade era stata cercare di tenere buoni i lavoratori rassicurandoli circa le "buone intenzioni" di Ericsson, mettendo anche a disposizione il piano industriale dell'azienda (una simpaticissima presentazione ppt con tanti disegnini e figurine)

Dopo neanche un anno arriva la comunicazione che è necessario spostare i lavoratori di un settore (NI) perchè la loro attività è diminuita moltissimo.

A questo punto un paio di domandine:

Ma perchè allora H3G sta prendendo personale (o costituendo società controllate al 100%) per fare le stesse cose che si fanno nel settore in fase di smantellamento (implementazione siti DVBH)?

Perchè, se anche l'ultimo dipendente sa che il piano industriale arriva fino al 2009, si sta adducendo come scusa che è diminuita la mole di lavoro ovvero il numero di siti da costruire? Lo si sapeva già, no?

Ebbene sì siamo incazzati...

fioccano le cause
partono gli articoli sui giornali
arrivano le interrogazioni parlamentari"

catamarano ha detto...

Solidarieta' ai colleghi esternalizzati di H3G.
Ancora una volta la triade ha colpito.
Un'altra porcata con l'avallo e il consenso dei sindacati.
Molte, troppe le analogie con il caso Wind-Omnia.
Lottate ragazzi ma state lontano dalla triade (SLC, FISTEL, UILCOM).
STRACCIATE LE TESSERE!!!!!

capelli rosa ha detto...

http://it.youtube.com/watch?v=8Ytx0YBtUpQ&mode=related&search=

http://it.youtube.com/watch?v=tO5j6BOvleo&mode=related&search=

tamarindo ha detto...

bei video capelli rosa, grazie di cuore, il primo e' del dopoguerra e l'altro e' di una tristezza mostruosa.
qualche link a video porno no?
dai dai dai

lineadura ha detto...

Non c'e' piu' religione, ci rimango male, ma non eravamo mica noi di destra gli unici "veri razzisti"?
Almeno così dicevano giornali e televisioni, filosofi e politicanti di sinistra.
E invece questa estate mi sono accorto del contrario .
Girando per la Liguria e per la Sardegna ho visto che in tanti comuni, con sindaci di sinistra, ci sono i cartelli col nome della città e delle vie in dialetto.

Bella cosa e valorizzazione delle identità locali se lo fa un sindaco di sinistra, egoismo e campanilismo se lo fa un sindaco padano.
In questi giorni leggo che a Firenze la Giunta di sinistra mette fuori legge, o addirittura in galera, i lavavetri.
Negli stessi giorni la sindaca di sinistra di Pavia rade al suolo delle ex fabbriche perché ci dormivano gli zingari.
E poi il sindaco di sinistra di Venezia scaglia i suoi vigili contro i venditori ambulanti abusivi e usa parole di fuoco con i centri sociali occupati.

Ma non basta.

Il sindaco di sinistra di Bologna sgombera i campi nomadi e il presidente della provincia di Milano, diessino doc, invita a non pagare il canone della Rai perché è una tassa ingiusta e attacca l'Alitalia che vuole togliere dei voli da Malpensa.
E come non ricordare poi il sindaco di sinistra di Padova, quello che ha eretto un muro per separare le case dei padovani da quelle degli immigrati e che si è lanciato in una campagna per multare i clienti delle prostitute.

L'estate 2007 pone dunque una domanda: o la destra non è mai stata razzista, ma solo concreta e di buon senso con le sue battaglie contro l'immigrazione clandestina, contro i campi nomadi, contro lo spaccio e la prostituzione, contro i centri sociali e il canone Rai; oppure sono diventati razzisti anche tutti gli altri.........

capelli rosa ha detto...

tamarindo, ho postato quello che ho trovato, io non li avevo mai visti. Scusa se la cosa ti ha disturbato!

capelli rosa ha detto...

Io invece mi chiedo se mai questo governo che dovrebbe essere di Sinistra farà qualcosa per combattere il precariato.
Francamente in 1 anno e mezzo ho visto nulla di tangibile.

valentina ha detto...

Ruggiero multato per lo stress nei call center
L'Asl di Torino ha rilevato gravi violazioni della legge 626 per lo stress nei call center Telecom e ha multato l'amministratore delegato dell'azienda.


Riccardo Ruggiero forse alla fine dell'anno non sarà più amministratore delegato con piene deleghe operative di Telecom Italia ma, prima di chiudere la sua esperienza come massimo responsabile del più importante gestore telefonico italiano, rischia una multa e forse sanzioni penali per aver violato le leggi sulla sicurezza del lavoro.

Infatti, a seguito di un esposto presentato dai sindacati confederali Cgil-Cisl-Uil del settore delle Telco, contro Telecom Italia, per una grave situazione di disagio lavorativo degli operatori dei call center, soprattutto quelli al 187, consistente in ritmi, controlli e altro, giudicati insopportabili. L'Asl di Torino ha effettuato i controlli previsti e ha rilevato come non solo l'esposto fosse motivato, ma vi fosse una situazione di grave stress diffuso, oltre alla situazione evidenziata dai sindacati.

Per questo a Ruggiero è stato contestata l'infrazione rispetto alla 626 con le sanzioni previste per legge. Nella prossima settimana è previsto a Roma un incontro dei rappresentanti della direzione generale di Telecom con le rappresentanze nazionali del sindacato per discuere ed assumere provvedimenti, come la job rotation (cioè la rotazione del personale su più mansioni, anche diverse dal lavoro di risposta) per mettere in regola i call center rispetto alle violazione di legge che sono state riscontrate.

Jamma ha detto...

Ed ora tocca a 914 dipendenti Vodafone...E' uno schifo
http://www.adnkronos.com/IGN/CyberNews/?id=1.0.1306544878

valentina ha detto...

riporto l'agenzia per interno. Io sono molto sconvolta.

Roma, 14 set. - (Adnkronos) - Slc-Cgil contro la decisione di Vodafone
di esternalizzare "fino forse il 10% del suo personale, il tutto dopo
un anno con fatturati in crescita e milioni di euro di profitti". Ad
annunciarlo il segretario generale, Alessandro Genovesi. ''Al di la'
di belle parole e tentativi di far passare tale operazione come scelta
di carattere industriale - afferma - siamo alle prese con una semplice
riduzione del costo del lavoro per far crescere il valore economico e
finanziario dell'impresa.''

''Abbiamo molti dubbi - prosegue - sull'esternalizzazione di parti
importanti dei servizi di gestione del cliente, da sempre vanto di
Vodafone che annuncia nei fatti un cambio di strategia esternalizzando
parti importanti dei propri asset a vantaggio, oltretutto, di
un'azienda come Comdata, che non e' l'Olivetti, ma anzi un'impresa di
call center operante al di fuori priva persino di un contratto
aziendale di 2° livello e che va da tempo facendo shopping al solo
scopo di quotarsi in borsa.''

''Come SLC-CGIL, insieme a Fistel e Uil, chiameremo gia' nelle
prossime ore i lavoratori di Vodafone alla mobilitazione, aprendo le
procedure per uno sciopero nazionale di tutto il gruppo, conclude il
sindacalista.

Elektra ha detto...

Ma perchè in wind fanno l'assemblea per il rinnovo del biennio economico domani e NOI SOLO in data 26?!

Patacarro ha detto...

Brava Elektra....
Wind la fa domani perche' sanno che la scadenza per la comunicazione dei dati sulle votazioni e' il 20/09/2007.
Bisognerebbe porre la domanda ai nostri bravissimi sindacalisti (ormai scomparsi o in carriera) il senso di farci votare sei giorni dopo la scadenza quando tutto ormai e' deciso....
Meditate gente, meditate...

Patacarro ha detto...

No Valentina, non essere sconvolta...
Vedrai che i nostri sindacati sapranno organizzare scioperi e manifestazioni in grado di fermare l'esternalizzazione di omnitel.
(come fatto ottimamente con wind)
Non ti abbattere,vedrai che se si impegnano i sindacati riusciranno anche a farli licenziare tutti!!!!
AH AH AH AH

Grillo Parlante ha detto...

Volevo fare un'imbocca al lupo ai nuovi team leader omnia.
Trovo pero' abbastanza singolare fare causa a wind per la illegittima e inconcepibile cessione a omnia e poi proporsi per fare carriera nell'azienda in cui, tramite causa legale, dichiari di non doverci e volerci lavorare.
Evviva la coerenza.....
Come si chiamava il titolo di questo post?
ah giusto...ma vaffanculo!!!
dai dai dai
lotta dura senza paura!!!
ma vaffanculo!!!

topa ha detto...

Ciao Valentina,non ho ben capito chi tu sia,ma quel che è certo è che sei ferratissima nel copia/incolla.
Conosciamo gli articoli ed il loro contenuto,ma potrebbe interessarci ancora di più una tua opinione personale.

Elektra ha detto...

Non sai chi è VALENTINA????

pollastro ha detto...

Tranquilla topa, non ti perdi proprio niente...sotto ogni punto di vista....

pollastro ha detto...

Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore dei miei peccati, perché peccando ho meritato i tuoi castighi, e molto più perché ho offeso te, infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa.
Propongo con il tuo santo aiuto di non offenderti mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato.
Signore, misericordia, perdonami.

valentina ha detto...

Per il ritardo dell'assemblea per il rinnovo del biennio economico porrò il problema ai sindacalisti di CGIL-CISL e UIL.
Vorrei invitare tutti noi di Vle Edison 20 a muovere apertamente le critiche, senza nascondersi dietro a nick name anonimi, e la prossima assemblea può essere un'occasione per farlo. Di carne al fuoco ce n'è molta: dal protocollo del 23 luglio al biennio economico, lo status delle circa 230 cause legali. Inoltre, si dovrebbe anche ragionare insieme sul rinnovo della rappresentanza sindacale.
Per me sarà anche l'occasione di salutare i compagni, gli amici e i colleghi di lavoro.

porlezza ha detto...

Salutare i compagni ?!
ma dove siamo, a scuola?
Pazzesco....

porlezza ha detto...

Roba da matti....

valentina ha detto...

Porlezza, sveglia! Saluto i compagni di lotta, che insieme a me si sono fatti un culo quadrato ai presidi, alle manifestazioni, i viaggi a Roma per cercare di evitare l'esternalizzazione.
E che ora, insieme a me, hanno preparato gli atti per le cause legali. Tutto a gratis.
Roba da matti è starsene con il culo al caldo a sparare sentenze come se fossi dio in terra. ma per favore, metteteci la faccia almeno.

porlezza ha detto...

Mamma che stordita, non capisci neanche quando ti prendono per il culo....
Comunque tranquilla, non ti incazzare, vedrai che grazie a te vinceremo la causa, sempre che alla sentenza tu sia ancora tra noi....no?
perche' te ne vai?
Ma non si abbandona la nave mentre affonda, specialmente se si e' il comandante........
Ciao camerata!

porlezza ha detto...

E poi la gita a 1 euro a Roma l'ho fatta anch'io....cazzo!
Roba da matti.....

porlezza ha detto...

Per il fatto che te e i tuoi compagni di merende avete fatto "Tutto a gratis", non ti preoccupare, adesso ci organizziamo e faremo delle collette, sagre e feste con ricchi premi e cotillon!!!
Il ricavato ve lo devolveremo con affetto.
Grazie ancora per tutto quello che hai fatto e farai per noi, sempre che non ci abbandoni......
conoscendoti non lo farai mai....forse....

Elektra ha detto...

...ma io dico..acoontentarsi di miseri 94 euro lordi...
e sono ancora "wind" anche...

porlezza ha detto...

elektra stai tranquilla.
Il 26 tanto voteremo tutti no all'accordo (a parte i soliti della cisl ?!) Da noi sono tanti quelli determinati nelle battaglie e nelle lotte, sono sicuro di vedere all'assemblea la maggior parte delle persone contrarie a questo aumento....
Dai ragazzi lottiamo!!!
roba da matti...

Duffy ha detto...

X valentina...
Era da un po' ke nn entarvo sul blog ma vedo ke come al solito sei lì a doverti difendere dalle stesse persone x cui stai dando l'"anima".
Ma ki te lo fa fare???
sei davvero una grande e hai ancora tutto il mio rispetto e il mio affetto...
Anke se da lontano ormai.

cataratta ha detto...

Hai ragione Duffy,
Valentina chi te lo fa fare....
io fossi in te mi prenderei un po di aspettativa.

Elektra ha detto...

ottima proposta cataratta!
ma così però si corre il rischio di non tornarci più a lavoro...
.....
.....

cataratta ha detto...

Tranquilla Elektra...
Tornera' sicuramente, sarebbe da stupidi fare tutto qullo che ha fatto (per noi), vincere la causa, essere reintegrati in wind e andarsene senza godere delle vittorie che grazie a lei (pure a gratis cazzo) sicuramente otterremo.
Dai dai dai

Elektra ha detto...

Ormai nn siamo più Wind. Ok.
Ma un aggiornamento sull'affluenza all'assemblea tenutasi "in tempo" per il rinnovo del biennio?
Va beh, per i curiosi questi i dati:
Lorenteggio:

Votanti: 98
Favorevoli: 82
Contrari:12
Astenuti: 4

Sesto S.G.:

Votanti: 23
Favorevoli: 16
Contrari: 5
Astenuti: 2

fonte: http://rsuwindmilano.blogspot.com/

Complimenti al blog aggiornatissimo!

cataratta ha detto...

Brava Elektra!
sei la migliore....
Ti amo

Elektra ha detto...

Cataratta, ormai questo post è NOSTRO!
Nessuna reazione, nessun segno di nessun tipo..
Che amarezza...

cataratta ha detto...

Ti amo lo stesso...

Elektra ha detto...

Si è addolcito questo post, no?
Grazie cataratta!

^__^

simone ha detto...

Ha ragione Luca,neanch’io pensavo di avere colleghi cosi’ squallidi e con cosi’ poca materia celebrale.
E poi un po’ di coraggio,o avete paura delle vostre idee…sempre che cosi’ si possano chiamare….
Inanzitutto aspetterei a giudicare,perche’ colei che e’ diventata tutor , fino a due minuti fa ,senza pubblizcizzare la cosa,continuava a interfacciarsi con Omnia insieme alle altre rsu per riuscire ad arginare eventuali decisioni a noi sfavorevoli. E dovreste essere solo contenti che ci sia un tutor come lei,sicuramente non vi colpira’ alle spalle come hanno fatto altri. Silvia merita rispetto e riconoscenza per tutto l’impegno e tempo perso per un ruolo,quello di rsu,che non porta certo benefici. E il lavoro che ha fatto l’ha svolto egreggiamente insieme a Deborah e Valentina!
Poi ……non spetta a me difendere Valentina,ma argomenti seri sono graditi invece di prese per il culo o cazzate!
Questo sito serve per continuare la nostra lotta ma secondo me se qualche di esterno legge questi commenti puo’ solo pensare che hanno fatto bene ad esternalizzarci.
Aprirei invece una sana duiscussione sul voto del rinnovo economico e sul referendum inerente al decreto economico del Governo (in particolare su come sia imporatente votare no al referendum degli iscritti al sindacato che si terra’ tra l’8 e il 10 ottobre)

valentina ha detto...

peccato che a scioperare 8 ore a luglio siamo solo stati in tre per avere un aumento salariale più alto. E' troppo comodo scrivere che i soldi sono pochi, senza fare nulla per ottenere qualcosa di più. A parte postare commenti anonimi.
Per il ritardo delle assemblee la data è stata fissata dai funzionari sindacali, sono curiosa di vedere chi tra voi impavidi avrà il coraggio di fiatare in assemblea. O se alzerete tutti la manina visto che non vi è costata neppure un'ora di sciopero questo aumento.

patagonia ha detto...

per Simone:
Se hai tutta questa stima dei tuoi colleghi e ti danno cosi' fastidio puoi anche andartene.
A Milano e' pieno di lavoro e se vuoi lavorare qualcosa lo trovi...appunto avere voglia di lavorare...

per Valentina:
cosa vuol dire chi avra'coraggio di fiatare in assemblea....io votero' contro il rinnovo perche' penso sia poco.
Credo che l'assemblea sia fatta per quello e non per parlare di altro.
Poi questi toni quasi intimidatoti e la tua aria arrogante (come sempre)danno parecchio fastidio....
Ognuno ha le proprie idee e se sono diverse dalle vostre non e' detto che siano sbagliate.
Tutto sembra succedere sempre grazie a voi, e non e' la prima volta che sottolineate che fate tutto gratis, senza averne dei ritorni o benefici.
E'ovvio, fare l'rsu deve essere una passione, quasi una missione.
Se qualcuno invece lo fa solo per darsi tono, visibilita' o per beneficiare dei benefit relativi all'attivita' di rsu, allora e' meglio lasciare il posto a qualcun altro piu' motivato.

valentina ha detto...

Qui non si tratta di mancanza di rispetto delle idee altrui, si tratta di pettegolezzi squallidi e infantili su me o sulle altre rsu.

Se credi che io o qualcun'altra delle rsu abbia avuto dei benefit in questi anni ti invito a dirlo apertamente in assemblea. E a spiegarci anche quali.

patagonia ha detto...

Mamma mia, permalosa la ragazza!
Non capisco perche' ogni cosa bisogna dirla in assemblea....
Comunque per benefit non intendevo mica dire niente di illecito o "sporco", mi riferivo ai permessi e altre piccole cose come stare nella saletta sindacale a dormire o a farsi i cazzi propri per un po'.....
Niente di trascendentale,cose che farebbe chiunque.
Comunque ti vedo un po' troppo tesa, rilassati, anche se fanno un po' di gossip che male c'e'......
Qua dentro e' sempre stato cosi', le voci girano, le malelingue pure.
Chi ha poi piu' visibilta' come te e' normale che riceva piu' critiche di uno che rimane dietro le quinte.

Dipendenti Wind Sesto San Giovanni ha detto...

Buongiorno, sono l’amministratore.
Non credevo che a Settembre 2007 sarei dovuto intervenire per moderare una discussione.
Oggettivamente, riesco a distinguere i commenti con intento informativo, i commenti esprimenti opinioni personali di pubblico interesse, dai commenti gratuiti e superflui riguardanti vostre personali opinioni verso colleghi.
Specialmente quando alcuni nomi sono direttamente associabili a delle facce, ed altri meno.
Conoscete Valentina, potete dirle ciò che pensate di lei di persona. E’ una nostra collega.
Ogni ulteriore intervento che prolungherà questa ridicola polemica, ossia anche il ringraziarmi o appoggiarsi a ciò che ho appena detto, mi costringerà a privarvi dello strumento dei commenti.

simone ha detto...

Patagonia cara\caro,e' l'ultima volta che perdo tempo a risponderti ma volevo solo dirti che per la tua autostima forse e' meglio che eviti di scrivere ancora post senza senso e senza utiita' per la nostra causa.Su di me puoi scrivere quanto vuoi tanto i nostri colleghi sanno giudicare abbastanza bene chi e' ridicolo e chi no. pero' fai il bravo o la brava,dai.....evitaci di leggere boiate a tutti i costi...dai che ti diamo poi le caramelline come i bambini... anche perche' la mia frase non si riferiva a tutti i miei colleghi ma solo a gente come te che attacca e uso impropriamente questo luogo di discussione.
E' possibile riuscire ad aprire una seria discussione? Confrontiamoci serimente sul perche dei nostri si e no all'accordo economico e sul perche' e' meglio votare no al referendum di ottobre sul decreto economico... (escluso patagonia che e' notti che pensa a come denigrare i suoi colleghi...il volpone!!)

simone ha detto...

NO ALL’ACCORDO DISASTRO

Il 23 luglio del 2007 il governo ha definito un protocollo d’intesa, poi sottoscritto da Cgil, Cisl e Uil, che peggiora ancora quello che in questi giorni era stato presentato:

PENSIONI
Si porta l’età pensionabile a 62 anni, con 35 di contributi o a 61 con 36, a partire dal 2013. Chi ha 40 anni di contributi continuerà a uscire con le “finestre” e anche chi ha la pensione di vecchiaia dovrà aspettare le “finestre”. Così la pensione di vecchiaia delle donne, sale oltre i 60 anni e quella degli uomini oltre i 65.
L’esenzione dei lavori usuranti si rivela una beffa: 5.000 lavoratori all’anno saranno inizialmente esentati dallo scalone, ma poi dovranno andare in pensione con almeno 58 anni d’età e 36 di contributi.
Si peggiora la riforma Dini sui coefficienti, che verranno tagliati a partire dal 2010 del 6-8%. Da allora ogni tre anni verranno rivisti automaticamente al ribasso, con una scala mobile al rovescio. La commissione tra le parti potrà solo, entro il 2008, decidere le esenzioni. Il limite del 60% per le pensioni più basse dei precari è solo un’ipotesi di studio.
A partire dal 2011, se non saranno fatti risparmi a sufficienza con la ristrutturazione degli enti previdenziali, aumenteranno i contributi sulla busta paga dei dipendenti e per i parasubordinati.

MERCATO DEL LAVORO E COMPETITIVITÀ
Vengono scandalosamente ridotti i contributi pensionistici per le ore di straordinario. Così si danneggia l’occupazione e anche il bilancio dell’Inps, mentre non ci sono i soldi per cancellare lo scalone.
Viene confermata la Legge 30 e in particolare il lavoro interinale a tempo indeterminato (staff leasing). I contratti a termine potranno durare anche oltre 36 mesi, senza alcun limite, con procedure conciliative fatte presso gli uffici del lavoro con l’assistenza dei sindacati.
Viene detassato il salario variabile aziendale sul quale le aziende pagheranno meno contributi previdenziali, anche se i lavoratori non si vedranno decurtata la loro contribuzione.

PENSIONI BASSE E AMMORTIZZATORI SOCIALI
Vengono aumentate le pensioni più basse e l’indennità di disoccupazione, utilizzando i soldi del “tesoretto”, cioè le tasse in più pagate in primo luogo dai lavoratori, che ammontano a oltre 10 miliardi di euro. Di questi solo un miliardo e mezzo tornano ai pensionati e ai disoccupati.

CONCLUSIONI
Questo accordo dà qualche risultato immediato a una parte dei pensionati e dei disoccupati, peggiorando il futuro per la gran parte del mondo del lavoro. Viene alzata a cifre impossibile l’età pensionabile, viene rafforzata la precarietà del lavoro, si peggiora il futuro pensionistico dei giovani. L’accordo è complessivamente in perdita e la sua attuazione rappresenterebbe un danno per tutto il mondo del lavoro.

L’accordo va respinto perché conferma le peggiori politiche del passato ai danni dei lavoratori e, in alcuni casi, persino le peggiora. Diciamo no al nuovo accordo del 23 luglio, data fatidica e negativa per la storia delle lavoratrici e dei lavoratori.

Solo il no all’accordo permetterà di conquistare e difendere i diritti
che ci spettano

Elektra ha detto...

..mamma mia quanto veleno, quante code di paglia!
E poi cosa c'è da dire sui commenti anonimi? Il blog vive di nickname, altrimenti non sarebbe un mezzo virtuale, no?
Siamo liberi di scrivere ciò che vogliamo, ovvio, senza offendere nessuno/a, ma pur sempre opinioni personali sono.

Proponete allora un nuovo post e si resetta tutto..

Stefano ha detto...

Per L'amministratore:

Sono concorde che a volte le polemiche possano essere noiose, pero' mi chiedo come mai in altri periodi (febbraio-marzo in pieno caos) quando sul blog venivano attaccati altri rsu di altra sigla sindacale, non sei mai intervenuto per fermare l'assalto e le ingiurie verso il nostro collega.
Spero che sia stata solo una dimenticanza perche ' sarebbe inaccettabile che alcune persone possano essere attaccate e minacciate (cosa realmente accaduta) e altre persone (forse a te piu' simpatiche) difese e protette.
Anche allora i commenti postati erano gratuiti e superflui e riguardavano personali opinioni verso colleghi.
Come la mettiamo?
Due pesi e due misure?

Dipendenti Wind Sesto San Giovanni ha detto...

Ma vaffanculo.
L'importante è non uscire fuori tema.