giovedì 8 febbraio 2007

Sentenza Telecom HP

Una vittoria legale che ci da un forte segnale di speranza sulle sorti delle esternalizzazioni.

Pubblichiamo la sentenza del 31/1/2007 della III Sezione Lavoro Tribunale di Roma anche a seguito dei numerosi commenti sul tema ricevuti nei post e nelle nostre caselle di posta.
A voi anche il link all'articolo stilato su Zeus News:
Una sola considerazione: questa sentenza giunge dopo tre anni di battaglie legali.
Noi sappiamo OGGI che l'esternalizzazione che ci investe è estremamente dannosa per tutti e che seguirà per certo le orme di questo Giudizio.
Possibile che in questo Paese, dove oramai tutte le parti socio politiche sono informate, dovremo comunque attendere l'esito di una lunga battaglia legale?



8 commenti:

Anonimo ha detto...

evvai!

Diamante ha detto...

FERMIAMO TUTTO!!!!

Codex ha detto...

auguro vita dura a chi si mostra irrispettoso nei confronti dei lavoratori e lavoratrici. la società civile e le istituzioni devono tutelare la giustizia e le persone deboli. questa sentenza è benaugurante, ma concordo che non si dovrebbe nemmeno arrivare a questi punti. questo stato preferisce garantire le partite di calcio anzichè le partite riguardanti l'occupazione: a palazzo chigi dovrebbero parlare di noi non degli stadi a norma o non a norma! hanno rotto!

Anonimo ha detto...

Sarebbe una buona idea contattare lo studio legale che si è occupato della causa Telecom-HP per avere un parere autorevole sul "caso Wind".

Capitanfreedom ha detto...

Non vorrei buttare acqua sul fuoco dell'entusiasmo ma ricordo che nel nostro paese una causa civile impiega mediamente più di un anno per vedere un barlume di fine. Pertanto il fatto che ci sia questa sentenza vuol dire soltanto che si può vincere ma solo dopo avere affrontato una lunga battaglia legale.

Anonimo ha detto...

La guerra sarà lunga, questo deve essere chiaro, ma chi si estranea dalla lotta...

Anonimo ha detto...

Sarà lunga? Amen, pazzienteremo ma MAI MAI molleremo. Non si trattano così le persone che hanno dato tanto per far crescere Wind, e farla arrivare dov'è ora... bel ringraziamento!!! MA NON VI PREOCCUPATE... ANDREMO AVANTI.

Anonimo ha detto...

Ragazzi, guardate che ogni causa è diversa da tutte le altre... questa sentenza da ragione ai lavoratori ma noi non conosciamo né la situazione né l'esatta motivazione della sentenza stessa... Non esaltiamoci per nulla perché nessuno può sapere se le dinamiche della cessione da parte di Telecom rispecchino o no ciò che sta accadendo in Wind.
Nel nostro ordinamento le sentenze non hanno valore giuridico di precedente, di conseguenza nulla vieta che un giudice dia ragione al lavoratore, un altro all'azienda... io non sono contrario alle cause ma è opportuno che ognuno di noi sappia che la causa non è una passeggiata, il risultato è sempre 1X2 e che non esistono certezze perché la legge viene comunque interpretata e l'interpretazione purtoppo è soggettiva... quindi ben venga la tutela legale ma guai a considerare la stessa come una sicura ancora di salvezza!!!