giovedì 15 marzo 2007

Voci di corridoio



Shining, film horror di Stanley Kubrick
Particolare Corridoio

L'Italia ha una estensione territoriale sviluppata per lo più in lunghezza, per circa 1200 chilometri.
La sua forma ricorda uno stivale, lo sanno tutti.
Però, con un pò di fantasia, lo si può anche immaginare come un lungo corridoio.
E si sa, in un corridoio circolano le voci, riccheggiando amplificate ad ogni rimbalzo di parete.
Nei corridoi del palazzo Wind si è vociferato per 18 mesi riguardo una fantomatica cessione, e per tutti i 18 mesi la dirigenza Wind si è prodigata in ogni modo per smentire categoricamente.
Il giorno dopo quelle voci si sarebbero rivelate drammaticamente fondate.
Questa doverosa premessa introduce la voce di corridoio per la quale in pentola bollirebbe la notizia di un accordo già siglato tra Wind e Omnia per l’esternalizzazione dei cinque call center Wind con la conseguente cessione totale all’outsourcer dei servizi di assistenza clienti.
Chiaramente è una voce di corridoio la cui fondatezza non è dimostrabile. Però.
Che i 275 di Sesto fossero solo l’inizio di questo processo di esternalizzazione l’avevamo sospettato da tempo, ma ora le voci si fanno più insistenti perchè, si vocifera, provengono direttamente da Omnia.
Inutile dire che questo tipo di notizia non fa presagire nulla di buono sul fronte della sicurezza dei livelli occupazionali nel settore delle telecomunicazioni, settore ormai in profondo subbuglio.
“I nuovi operai”, come ormai vengono ribattezzati i lavoratori dei call center, sono tanti e rischiano sempre più in termini di mobilità, cessioni, scorpori, contribuzioni figurative, incentivi all’esodo, prepensionamenti. Se davvero la nostra sorte andrà ad interessare anche i colleghi degli altri siti crediamo che sia arrivata l’ora di organizzarci in modo omogeneo per impedire il depauperamento della nostra forza lavoro.
Le logiche aziendali, oltre che porci alla mercè dei sempre più diversificati datori di lavoro, rischiano di farci subire passivamente la distruzione dei nostri diritti.
Avendo fatto da cavie, la possibile, ma non auspicabile, alienazione degli altri call center Wind ci vedrà latori di un know-how che volentieri condivideremo con i colleghi che ne faranno espressa richiesta.
Intendiamo puntare sulla solidarietà e sul principio che non possono sempre essere i lavoratori a perdere la tranquillità economica e sociale, a favore delle logiche globali di profitto.
In questo lungo corridoio oggi sentiamo le voci e siamo terrorizzati perchè sappiamo quanto possano essere tremendamente vere.

15 commenti:

willy ha detto...

Purtroppo tali voci mi erano già giunte un mese fa da amici di Roma...noi siamo sola la punta dell iceberg...ma presto anche tutto il resto verrà a galla.
Restiamo uniti.
Saluti

Codex ha detto...

il settore è davvero in subbuglio, pensiamo anche ai casi telecom e fastweb... che caos!

BLAST ha detto...

...caro amico di Lorenteggio che tanto sicuro credevi fosse il tuo posticino, la pensi ancora così????

E'una ruota che gira....

subcomandante ha detto...

a proposito di voci di corridoio....

pare e ribadisco PARE che al corporate si possano fare al massimo 2 cambi turno al mese e poi c'è anche l'altra voce...quella per la quale puoi fare cambio turno solo con la tua area di lavoro, quindi, backoffice con backoffice e provisioning con provisoning...a me sembra che per un passo avanti che riusciamo a fare ne facciamo due indietro...

le motivazioni?????? ( immaginatevi il mio faccione inebetito) booooohhhhhh
e come dicono i colti .....ai "poster" l'ardua sentenza....

sliders ha detto...

siamo bravi a prevedere il futuro noi oppure i Ministri sono troppo occupati ad andare in televisione a dichiarare che si stanno occupando della crisi occupazionale per farlo veramente????

se solo avessero voluto avrebbero potuto fermare tutto ciò.

E' una vergogna !!!!

MUCHO GUAPA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MUCHO GUAPA ha detto...

Ciao Subcomandante!!

Anche a noi è giunta la voce dei cambi turno, ma non si sa se siano voci infondate...il fatto è che ultimamente quasi tutte le voci di corridoio si sono confermate vere! Sigh (v. esternalizzazione)!
Però devo dire che al Consumer i cambi turno si sono sempre potuti fare solo con le proprie aree di lavoro, cioè tra i due service team che in quel momento si trovavano in quella determinata area di lavoro (gold con gold, gc con gc, bo con bo). E' così ancora adesso, ed alle volte non sempre nella stessa area di lavoro ci sono due gruppi, ma uno solo!
Per fortuna tra colleghi ci si viene incontro...quasi sempre...!
La motivazione sul perchè si deve fare cambio turno in tal maniera, sicuramente è per motivi logistici di controllo e di copertura.

Mi è appena giunta voce (voce di corridoio, tanto per cambiare) che fuori dalla sede di Lorenteggio c'e' un cartello che parla della futura sorte di 700 persone (pare vogliano spostare tutto a Roma...)!Qualcuno ne sa qualcosa??
C'e' qualcuno di Lorenteggio che legge questo blog???

KISS MUCHO G.

subcomandante ha detto...

invece al corporate i cambi turno ( parlo degli ultimi anni, da quando i service team erano all'acqua di rose) si sono potuti fare tra chiunque .....ma non siamo più in wind, no no ....

per rispondere a sliders... è una vergogna che tutti i politici interpellati si sono adoperati affinchè qualcuno facesse qualcosa per noi..rimandando a questo, quello, quell'altro e allo zio di questa'altro...

BLAST ha detto...

..stiamo regredendo ragazzi..Qui va sempre peggio, e Omnia prenderà il sopravvento pian piano..
Si inizia coi cambi turni off limits e si arriverà al lager acw e quant'altro....

MUCHO GUAPA ha detto...

Pero' Blast, io non mi fascerei la testa prima di essermela rotta! Alla fine non esiste un programma per elaborare la turnistica, e quando ci sarà (forse), sarà un software "casalingo". Non credi??

KISS MUCHO G.

subcomandante ha detto...

il fatto che sarà una roba alla carlona mi preoccupa molto di più.

craig ha detto...

Negozi Wind
Apertura a Palermo


Appuntamento nel capoluogo siciliano con l'inaugurazione del primo negozio di proprietà Wind a Palermo: musica, animazione e tante sorprese per i clienti sono in programma venerdì 16 e sabato 17 marzo, e daranno il via ufficiale all'apertura del nostro punto vendita.

Come per Roma e Milano, anche per Palermo è stata scelta una zona centrale e prestigiosa. Il nuovo negozio infatti apre al pubblico in via della Libertà 20/b.

Il design giovane e dinamico si fonde con la tecnologia dell'offerta mobile, e crea un ambiente confortevole e trendy che conferma la nuova linea stilistica e lo spirito di rinnovamento di Wind.

BLAST ha detto...

...appunto guapa, come dici tu "se e quando ci sarà in programma per elaborare la turnistica"!!
Quanto ci abbiam messo noi, in Wind ad averlo???

excel ha detto...

VOCI che sono arrivate anche a me da ingegneri della Ericsonn che hanno in gestione parte delle reti WIND e quindi conoscenze in alto...
L'amico di Ericsonn dice che saranno esternalizzati tutti i call center e poi la "rete" ma non ad Omnia, bensi a società completamente diverse l'una dall'altra, e la lista di queste è in WIND gia da tempo.

dago ha detto...

Non ci posso credere, stamattina sorpresa sulla verifica delle presenze del personale aziendale: anzichè impuntarsi per rimettere in funzione i lettori badge, accanto alla firma bisogna indicare l'ora reale di ingresso, cioè quella in cui sei al piano tenendo conto della postazione TL.
E' assurdo accettare passivamente simili cambiamenti. Dovrebbe contare, come è sempre stato, l'ora di ingresso in azienda. Chi è abituato ad arrivare un minuto prima dell'inizio del proprio turno di lavoro sarà quindi sempre in ritardo..... Non ho parole